University of Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Events


January 2023

M T W T F S S
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

25th January 2023 dalle 14:00

“New Archaeological perspectives on Islamic period settlement and landscape use in Khaybar, Saudi Arabia” con Stephen McPhillips e Guillaume Chung-To (CNRS)

Online - Piattaforma Zoom - — Il 25th January

Khaybar.jpg

L'oasi di Khaybar, nell'Arabia nord-occidentale, è nota nella storia islamica per la battaglia che vi si svolse nel 7 AH/628 d.C. (un'importante vittoria iniziale degli eserciti del profeta Muhammad sulle tribù ebraiche locali) e per essere il primo caso registrato di waqf, la dotazione religiosa islamica. Nel 2020, il progetto Khaybar Longue Durée Archaeological Project ha iniziato a scoprire nuovi volti della storia islamica del sito. Finanziato dalla Royal Commission for AlUla e dall'Agence française pour le développement d'AlUla, un'ampia indagine archeologica ha dimostrato non solo la continuità dell'occupazione dal periodo pre-islamico alla prima epoca islamica, ma ha anche portato alla luce la riorganizzazione ed espansione degli insediamenti e dei terreni agricoli nel corso del periodo abbaside. È probabile che a questo periodo risalgano significativi sviluppi idro-agricoli, la creazione di due nuovi insediamenti - nel nucleo dell'oasi e alla sua periferia - e un cambiamento nella strategia di difesa. Nel 2022 sono state aperte due trincee di scavo nella moschea congregazionale di Bishr, che hanno rivelato una fondazione proto-islamica con molteplici fasi di utilizzo successive: questa potrebbe essere correlata alla Moschea del Profeta, a cui fanno riferimento le fonti medievali. L'occupazione medievale a Khaybar è rappresentata principalmente dalla ceramica, compresa quella importata dall'Egitto e dalla Siria, e dall'identificazione di siti di villaggi fortificati. Il periodo ottomano vede importanti cambiamenti, in particolare la presenza di grandi sistemi di recinzione utilizzati dai beduini 'Anaza per la lavorazione dei datteri e, tra la fine del XIX e la metà del XX secolo, la costruzione di nuovi siti fortificati nel nucleo dell'oasi. Ciò ha portato a una distribuzione più decentrata degli insediamenti, che è culminata nella fondazione della moderna Khaybar, a sud dell'oasi, nel 1979. Il seminario si inserisce nel ciclo di webinar Archaeology of the Middle East and North Africa from Late Antiquity to the Ottoman Period, organizzato da Julie Bonnéric (Ifpo – Institut Français du Proche-Orient) e Valentina Vezzoli (Università degli Studi di Udine) per indagare l'ampia regione che va dall'Iraq alla Penisola Arabica sotto il profilo storico-archeologico, presentando progetti in corso, dati comparativi e studi di sintesi utili a una migliore comprensione del suo contesto storico e geografico. La partecipazione agli incontri è libera, previa registrazione a questo link.