University of Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

News


August 2020

M T W T F S S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

22nd August 2020

L'attualità del meccanismo di Anticitera

Il "computer dei cieli" di età ellenistica al centro dell'intervento di Paolo Bussotti nell'ambito di ESOF2020

Tutto ebbe inizio il 17 maggio 1902, quando in un relitto scoperto poco prima nell'Egeo, non lontano dall'isola di Anticitera, e risalente al I secolo a.C., venne recuperato, tra gli altri, un reperto particolarmente curioso, a prima vista simile a un orologio. In realtà si scoprirà, dopo lunghi studi, che i suoi meccanismi ruotavano per calcolare le fasi lunari, le eclissi, i movimenti dei pianeti e indicavano con precisione le date delle Olimpiadi e dei giochi panellenici (vale a dire i punti di riferimento cronologici su cui si basava il computo del tempo nell'antichità). Si trattava insomma di un vero "computer dei cieli", frutto della combinazione tra le conoscenze teoriche degli astronomi di età ellenistica e i progressi della tecnologia coeva – un manufatto di straordinaria rilevanza cui il dott. Paolo Bussotti, docente di Storia della Scienza e delle Tecniche presso il DIUM, ha dedicato una conferenza nel quadro del progetto "Fisica & Arte contro la CO2" organizzato dal Science in the City Festival di ESOF2020.
L'intervento, tenutosi giovedì 13 agosto, ha ripercorso la storia della scoperta e delle interpretazioni del meccanismo, per concentrarsi poi sul problema del reale avanzamento del pensiero scientifico (a livello teorico e tecnico) attorno al II - I secolo a.C., anche alla luce di un possibile uso di tali conoscenze per migliorare ed arricchire alcuni aspetti della nostra tecnologia.

Rivedi l'intervento: L'attualità del meccanismo di Anticitera, di Paolo Bussotti