University of Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

News


October 2021

M T W T F S S
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

4th October 2021

"La battaglia dall'Astico al Piave" alle Giornate del Cinema Muto

La pellicola verrà proiettata in anteprima dopo il restauro effettuato dall'Università di Udine in collaborazione con Kinoatelje, Cineteca del Friuli, Lobster Films e Archivio Storico LUCE

Una ricostruzione filologica, che si è avvalsa dei materiali filmici conservati presso diversi archivi e collezioni europei per ripristinare scene e riprese mancanti, ma che ha tenuto in considerazione anche fonti di natura diversa (bollettini, riviste, documenti di archivi militari, musei, diari e fotografie) e che ha coinvolto numerosi studiosi e specialisti allo scopo di identificare testimoni, datare e localizzare le scene, restituire al racconto le giusta complessità delle prospettive: è con questo approccio che la squadra di restauratori del DIUM – Daniela Pera, Serena Bellotti, Petra Marlazzi, Anna Donati e Giacomo Vidoni, diretti da Simone Venturini e Gianandrea Sasso – ha di recente ultimato il restauro di La battaglia dall'Astico al Piave (Italia, 1918), film realizzato dal Regio Esercito Italiano per testimoniare gli eventi della seconda battaglia sul Piave, tra il 14 e il 30 giugno 1918.

Del film esistono quattro versioni: oltre a quella italiana, ne sono documentate anche una francese (1918), una scozzese ridotta “da 2000 piedi” (1918) e una riedizione del 1927. Il restauro ha voluto ricostruire quella originale italiana, rintracciando e recuperando copie d'epoca, master, duplicati negativi e sequenze mancanti grazie alla collaborazione di diversi partner, tra i quali Cineteca del Friuli, Lobster Films, l'Istituto LUCE e soprattutto l'Associazione Kinoatelje, che ha messo a disposizione il testimone K, una copia nitrato di prima generazione, imbibita e virata, con didascalie italiane e informazioni autografe sul montaggio e le colorazioni. Questo lavoro paziente e attento di ricerca e integrazione ha permesso la ricostruzione di circa 1170 metri sui 1255 registrati dal visto di censura, che corrispondono a più del 90% del totale.

Il progetto ha potuto godere del supporto del MiC, che ne ha riconosciuto la grande rilevanza per la tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale: solo 14 tra i 122 candidati che hanno concorso per il finanziamento sono riusciti a ottenerlo, e all'interno di questa cortissima graduatoria il DIUM è riuscito a piazzarsi al secondo posto. Nelle parole del Presidente del Comitato tecnico-scientifico, l'arch. Federica Galloni:

«Tra i progetti più interessanti delle ultime edizioni, il restauro di un raro e prezioso documento filmico del 1918, il lungometraggio La battaglia dall’Astico al Piave, inserito tra i vincitori del Bando 2020. Per questo importante risultato, [...] a nome di tutto il Comitato, intendo esprimere le mie più vive felicitazioni».

Invero l'impatto che questo restauro ha prodotto e sta producendo è di eccellenza, come riconosciuto anche dal Presidente della Regione FVG Massimiliano Fedriga: oltre a pubblicazioni su riviste scientifiche e umanistiche di fascia A, è in programma un tour che farà circolare la pellicola in varie città d'Italia. La prima tappa sarà Pordenone, dove verrà proiettata in anteprima mercoledì 6 ottobre (ore 17:30) in occasione delle Giornate del Cinema Muto.


LA BATTAGLIA DALL’ASTICO AL PIAVE (IT 1918)
prod: Sezione Cinematografica Regio Esercito Italiano. riprese/filmed: 14.06.1918 - 30.06.1918; esterni/locations: Monte Valbella, Col De Rosso, Costalunga, Col Moschin, Montello, Candelù, Ponte di Piave, Sile, Nervesa della Battaglia, Piave, Ferrara, Orgiano. uscita/rel: 11.07.1918 (Italian visa censorship no. 13649, 1255 mt; 24.07.1918, Bologna, Teatro Comunale); 07.08.1918 (Paris, Lutetia Movie Theatre); 06/1930 (re-release, Brescia); 13.02.1933 (re-release, La Spezia, Teatro Civico). copia/copy: DCP (da/from 35mm, ca. 1169 mt), 57' (trascritto a/transferred at 18 fps); did./titles: ITA. fonte/source: University of Udine, Udine (restauro/restored 2021). 

GALLERY