University of Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

News


November 2021

M T W T F S S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

18th November 2021

"Ulisse", o dell'Amore. Lettura della poesia di Umberto Saba

Pubblicato da Quodlibet lo studio di Carlo Londero, che offre un'innovativa interpretazione del componimento

 

Nella mia giovanezza ho navigato
lungo le coste dalmate. Isolotti
a fior d'onda emergevano, ove raro
un uccello sostava intento a prede,
coperti d'alghe, scivolosi, al sole
belli come smeraldi. Quando l'alta
marea e la notte li annullava, vele
sottovento sbandavano più al largo,
per fuggirne l'insidia. Oggi il mio regno
è quella terra di nessuno. Il porto
accende ad altri i suoi lumi; me al largo
sospinge ancora il non domato spirito,
e della vita il doloroso amore.

Ulisse, di Umberto Saba

   

Composta ormai 75 anni fa e confluita all'interno del Canzoniere, la poesia Ulisse di Umberto Saba è stata interpretata dalla critica nell'ottica di un'identificazione tra poeta e eroe, che instancabile ancora solca i mari alla ricerca di nuove esperienze, rifiutando risolutamente la tentazione – "l'insidia", dice Saba – dell'approdo a un porto sicuro. Come spiegare però la scelta di affidare a una poesia dallo spirito così avventuroso la chiusura di una sezione come Mediterranee, incentrata piuttosto sul tema dell'amore?

È su questo interrogativo che Carlo Londero, assegnista di ricerca presso il DIUM, ha sviluppato la monografia "Ulisse", o dell'Amore. Lettura della poesia di Umberto Saba, pubblicata da Quodlibet. Distaccandosi dalle precedenti interpretazioni, l'autore si cimenta in una nuova, approfondita analisi del componimento sotto il profilo filologico, stilistico e metrico, che lo conduce a una diversa chiave di lettura, indissolubilmente legata al tema dell'Eros.

Riportando la metafora della navigatio vitae a una prospettiva per cui a sospingere il poeta al largo è la passione amorosa, onnipresente e mai paga, Londero intende restituire al testo lo spessore che gli è proprio, affrancandolo da un'esegesi tradizionale che tende a restare troppo in superficie e rendendo giustizia alla complessità e molteplicità delle funzioni giocate dalla poesia.

Carlo Londero, "Ulisse" o dell'Amore. Lettura della poesia di Umberto Saba, Macerata: Quodlibet, 2021.

Acquista il libro