Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Le carte e i discepoli.

Le carte e i discepoli. Studi in onore di Claudio Griggio

Le carte e i discepoli.


  • Studi in onore di Claudio Griggio
  • Autori/e: F. Di Brazzà, I. Caliaro, R. Norbedo, R. Rabboni, M. Venier
  • Curatori/e: ---
  • Editore: Forum Editrice
  • Data di pubblicazione: 6 Giugno 2016
  • Luogo: Udine

Le carte e i discepoli.


  • Studi in onore di Claudio Griggio
  • Autori/e: F. Di Brazzà, I. Caliaro, R. Norbedo, R. Rabboni, M. Venier
  • Curatori/e: ---
  • Editore: Forum Editrice
  • Data di pubblicazione: 6 Giugno 2016
  • Luogo: Udine
Le carte e i discepoli. Studi in onore di Claudio Griggio

Nell'occasione della quiescenza di Claudio Griggio í docenti e gli allievi dell'Ateneo udinese rendono omaggio al collega e al maestro dedicandogli questa miscellanea di studi articolata in due sezioni principali che riguardano gli interessi e gli ambiti della sua attività. La più cospicua è riservata ai contributi specificamente letterari e si estende, in una linea di continuità tutt'altro che ideale, dall'ambito classicistico, al quale Griggio si è spesso rivolto per i suoi studi sugli autori neolatini, ai vari altri campi della sua indagine nella letteratura italiana, con attenzione particolare ai primi secoli e agli autori maggiori (Dante, Petrarca, Boccaccio), al Quattro-Cinquecento dell'Umanesimo — in primo luogo veneziano — all'età moderna dal Settecento fino al pieno Novecento. La seconda sezione comprende, in forma cumulativa, i contributi di taglio linguistico, storico, antropologico, bibliografico e pedagogico che hanno attinenza con la didattica interdisciplinare alla quale Griggio ha dedicato molta parte della sua operosità, in rapporto all'organizzazione e allo svolgimento delle attività di formazione degli insegnanti, all'istituzione e alla direzione della SSIS di Udine, all'impegno di docenza nei corsi TFA e PAS e, soprattutto, nella promozione continua di una fattiva collaborazione scuola-università.

FABIANA DI BRAllÀ è docente di Letteratura italiana all'Università di Udine. Ha pubblicato saggi e testi attinenti alla cultura e alla produzione letteraria principalmente dal Seicento all'Ottocento, interessandosi in particolare di scrittura epistolare e di viaggio. Attualmente si dedica alla letteratura scientifica tra Seicento e Settecento in riferimento al carteggio Muratori-Vallisneri, che curerà per l'Edizione Nazionale delle Opere dí Antonio Vallisneri.

ILVANO CALIARO è professore associato di Letteratura italiana contemporanea presso l'Università di Udine. Si è occupato di Dante, Petrarca, Lorenzo de' Medici, Foscolo, D'Annunzio, e di traduzione dei classici. Attualmente i suoi interessi di ricerca vertono principalmente sulla letteratura isontino-giuliana di primo Novecento (Michelstaedter e Slataper).

ROBERTO NORBEDO è ricercatore universitario all'Università di Udine, si è formato alle Università di Trieste e di Udine, e perfezionato alla Faculty of Classics dell'Università di Cambridge. I suoi interessi di ricerca coprono la letteratura e la filologia umanistica e rinascimentale tra latino e volgare, in area friulana, italiana ed europea, nonché la letteratura triestina a cavallo tra Ottocento e Novecento.

RENZO RABBONI è ordinario di Letteratura italiana presso l'Università di Udine. Si è occupato, con contributi ed edizioni, di rimeria volgare di Tre-Quattrocento, dei cantari di Antonio Pucci, delle rime e delle lettere di Nicolò Martelli. I suoi interessi di ricerca sono volti, attualmente, soprattutto al Settecento e alla produzione epistolare e letteraria dell'abate Antonio Conti. Si dedica, inoltre, con traduzioni e saggi, all'attività di italianista di Aleksandr N. Veselovskij.

MATTEO VENIER si è interessato alla fortuna degli autori classici nel Rinascimento. È autore di uno studio sulla tradizione testuale di Virgilio nella prima età del libro a stampa (2001) e dell'edizione critica del Gorgias di Platone nella traduzione latina compiuta da Leonardo Bruni (2011). Con Antonio Ferracin ha curato gli Atti del convegno internazionale Giovanni Boccaccio: tradizione, interpretazione e fortuna (2014).

Link utili