Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Dimitri Brunetti

brunetti-ritratto.png

Dimitri Brunetti

Archivistica, bibliografia e biblioteconomia (M-STO/08)


Dimitri Brunetti

Archivistica, bibliografia e biblioteconomia (M-STO/08)


brunetti-ritratto.png

Ho conseguito il diploma alla Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica nel 1990 e ho subito iniziato a lavorare come riordinatore. Nel corso del tempo mi sono occupato di circa duecento archivi, prevalentemente di comuni e parrocchie, ma anche privati, di associazioni, di partiti e sindacati, d'impresa, economici, di soggetti sanitari e assistenziali e altri ancora. In quegli anni ho terminato l'università, con una tesi sugli archivi delle Società di mutuo soccorso, e ho conseguito il diploma da bibliotecario.

Nel 2002 ho vinto il concorso al comune di Rivoli, dove mi sono occupato dell'intero ciclo documentale, con particolare attenzione all'organizzazione dell'ufficio di protocollo e agli adeguamenti al DPR 445/2000, inclusa la redazione del manuale di gestione. Ho iniziato ad occuparmi di gestione documentale e di documento elettronico, pubblicando nel 2005 il primo manuale Maggioli sul Codice dell'amministrazione digitale. In quel periodo ho iniziato a fare formazione sui temi della transizione al digitale della pa.

Dal 2004 ho assunto incarichi a contratto per l'insegnamento dell'archivistica a Torino, Verona e Bologna. Dal 2015 sono titolare dell'insegnamento di Storia degli archivi alla Scuola di alta formazione dell'ICRCPAL.

Nel 2005 sono passato al Comune di Novi Ligure, dove mi sono occupato dell'archivio storico e dei fondi librari antichi. Nel 2008 ho pubblicato per le ed. dell'Orso l'inventario dell'archivio.

Nel 2008 ho avuto il trasferimento in Regione Piemonte, assumendo il ruolo di funzionario incaricato delle istruttorie riferite agli archivi e ai beni documentali, con competenze sui sistemi informativi, i portali e gli applicativi di descrizione e trattamento documentale. Ho gestito il sw Guarini e la Teca digitale piemontese, ho promosso la nascita di Archimista, lo sviluppo dell'applicativo Mèmora e dell'ecosistema digitale per la cultura. Ho gestito il progetto di digitalizzazione dei giornali locali e avviato una collana editoriale. Mi son occupato di progetti transfrontalieri. Ho partecipato a numerosi gruppi di lavoro nazionali, fra cui quelli per la nascita del SAN e per la stesura delle raccomandazioni di Aurora e delle norme Niera.

Nel 2019 ho discusso la tesi di dottorato presso l'Università La Sapienza sui modelli di ordinamento dei documenti negli archivi comunali fra Otto e Novecento. Sul finire dello stesso anno ho assunto l'incarico di ricercatore presso l'Università degli Studi di Udine, ruolo che mi permette di dedicarmi alla ricerca e alla docenza.

I miei interessi scientifici si concentrano su tre percorsi, anche se il fascino del mondo degli archivi è grande e di continuo ci sono nuovi progetti che meritano di essere portati avanti.

  • i modelli di gestione degli archivi comunali
  • la digitalizzazione consapevole del patrimonio documentale in relazione ai percorsi di valorizzazione
  • la rappresentazione degli archivi multitipologici e il rapporto fra le discipline della cultura

Pubblicazioni

Mèmora. La nuova piattaforma digitale per i beni culturali piemontesi

«DigItalia» 1 (2018) 109–124

La lente archivistica: per rendere convergenti percorsi catalografici paralleli. Appunti sulla multidisciplinarietà della descrizione

«Archivi» 1 (2016) 101–114

Archivi d’impresa in Piemonte

Torino 2013 (con T. Ferrero)

Beni fotografici. Archivi e collezioni in Piemonte e in Italia

a cura di D. Brunetti, Torino 2012