Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Libro e documento

Libro e documento copertina

Sezioni di ricerca

Libro e documento


Coordinatore: prof. Neil Anthony Harris
Membri effettivi: dott. Dimitri Brunetti, prof. Sergio Cappello, dott. Andrea Cuna, dott. Andrea Gorassini, prof.ssa Laura Pani.
Personale tecnico e collaboratori: Mirco Cusin

Sezioni di ricerca

Libro e documento


Coordinatore: prof. Neil Anthony Harris
Membri effettivi: dott. Dimitri Brunetti, prof. Sergio Cappello, dott. Andrea Cuna, dott. Andrea Gorassini, prof.ssa Laura Pani.
Personale tecnico e collaboratori: Mirco Cusin

Libro e documento copertina

La sezione Libro e documento intende condurre la propria attività di ricerca nei seguenti ambiti:

  • la storia della scrittura manuale e in particolare di quella in alfabeto latino, dalle origini fino al XVI secolo (ma con possibili incursioni in epoche più basse);
  • la storia dei documenti e della documentazione, sia da un punto di vista storico-giuridico sia nell’ottica dell’evoluzione dal supporto documentario tradizionale al documento digitale contemporaneo;
  • la storia del libro nei suoi diversi formati e nelle sue diverse tecniche di produzione, con particolare riguardo al libro manoscritto in forma di codice e al libro antico a stampa. Le ricerche della sezione si incentrano soprattutto sul libro del Rinascimento, con un occhio di riguardo al romanzo cavalleresco in Francia e in Italia;
  • le questioni relative alla formazione, gestione e conservazione di archivi digitali, compresi quelli di persona, con particolare attenzione alle problematiche relative all’obsolescenza dei formati elettronici e dei supporti di memorizzazione, all’archiviazione e conservazione delle nuove forme di materiale documentario (come la posta elettronica, il web, i social media, ecc.), alle questioni relative al trattamento, alla rappresentazione e alla conservazione dei documenti digitali;
  • le tecniche di catalogazione dei beni culturali, e in particolare degli incunaboli e delle edizioni del XVI secolo nei grandi repertori internazionali;
  • le indagini diagnostiche dei materiali compositivi dei beni archivistici e librari, come fase preliminare al loro restauro;
  • gli sviluppi strategici delle digital humanities, e in particolare l’adattamento delle realtà tradizionali rappresentate dalle biblioteche e dagli archivi ai nuovi mezzi di conservazione e trasmissione del sapere (digital libraries e digital archives).

 Le ricerche svolte sono strettamente connesse alle esigenze della didattica e del rapporto con il territorio, e includono numerose collaborazioni con gli archivi e le biblioteche locali, nazionali ed estere e con l’attività di ricerca degli afferenti ad altre sezioni, e in particolare con le discipline storiche e filologiche.