Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Paolo Ferrari

Nessuno è stato finora così intelligente da riuscire a scrivere un libro completamente inutile.

Ferrari-Ritratto

Paolo Ferrari

Storia contemporanea (M-STO/04)


  • Professore associato
  • Tel: 0432 556171
  • Email: paolo.ferrari@uniud.it
  • Studio: Palazzo Caiselli, secondo piano, stanza L2-18
  • Insegnamenti: Storia contemporanea; Storia contemporanea II

Paolo Ferrari

Storia contemporanea (M-STO/04)


  • Professore associato
  • Tel: 0432 556171
  • Email: paolo.ferrari@uniud.it
  • Studio: Palazzo Caiselli, secondo piano, stanza L2-18
  • Insegnamenti: Storia contemporanea; Storia contemporanea II
Ferrari-Ritratto

Nessuno è stato finora così intelligente da riuscire a scrivere un libro completamente inutile.

Mi sono laureato in Storia all'Università di Bologna e ho conseguito il dottorato di ricerca presso l'università degli studi di Torino, discutendo la tesi "Crisi e trasformazione della società". Dopo aver vinto due concorsi per l'insegnamento nelle scuole secondarie di secondo grado (classi "Filosofia, scienze dell'educazione e storia" e "Geografia"), ho fatto parte per un anno del corpo docente del Liceo classico di Mirandola (Modena) e poi, fino al 2003, sono stato insegnante comandato all'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia a Milano. Nel corso dell'attività presso tale istituto ho curato volumi, organizzato convegni e svolto ricerche.

 Negli anni ho avuto la possibilità di collaborare con numerose università, in Italia e all'estero: nel 1999 mi è stata conferita la Jemolo Fellowship per un periodo di ricerca al Nuttfield College ad Oxford; presso l'Università di Newcastle ho tenuto lezioni nel quadro di un Erasmus staff mobility agreement con l'Università di Udine (marzo 2010) e più tardi (gennaio - marzo 2015) sono tornato per curare i corsi "Fascism in Italy" e "A Civilians' war, 1939-1945"; ho inoltre insegnato al Politecnico di Milano (Facoltà di Ingegneria industriale, dal 2004 al 2011), all'Università degli studi di Pavia (Facoltà di Scienze Politiche, 1998-2004), e ho tenuto lezioni nel contesto del Modern Italy seminar series presso l'Institute of Historical Research della University of London.

 Ho fatto parte (e faccio parte) del comitato scientifico di alcune riviste di settore: Storia militare (dal 1993), Qualestoria, il periodico dell'Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia-Giulia (dal 2013), e Italia contemporanea (1996-2012, che ho anche coordinato dal 1998 al 2012). Sono inoltre membro della redazione dell'annuale dell'Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione Storia contemporanea in Friuli (dal 2007).

 Dal 2004 lavoro all'Università degli studi di Udine, prima come ricercatore e poi, dal 2015, come professore associato di Storia contemporanea e Storia dell'Europa contemporanea, e appartengo al collegio docenti del corso di dottorato di ricerca interateneo in Storia della società, delle istituzioni e del pensiero. Dal Medioevo all'età contemporanea.

 La mia ricerca si concentra sulla storia economica e militare dell'Italia dall'Unità al 1945, in particolar modo per quel che concerne i temi della mobilitazione nelle guerre mondiali, dell'industria bellica, dell'intervento dello Stato e degli interessi privati nelle emergenze belliche e in altri momenti della storia postunitaria, e dell'occupazione tedesca tra 1943 e 1945. Mi occupo inoltre di aspetti della storia dell'emigrazione, dedicandomi soprattutto alle biografie di Ignazio Silone e Tina Modotti.

Pubblicazioni

Tina Modotti. Arte e libertà fra Europa e Americhe

Udine 2017 (curatela con C. Natoli)

Tina Modotti. La nuova rosa. Arte, storia, nuova umanità

Udine 2015 (curatela con E. Collotti, M. Domini, C. Natoli)