Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici

Scuola di specializzazione in beni storico-artistici

Scuola di specializzazione

Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici


  • Sede: Udine

Direttore: Prof.ssa Giuseppina Perusini

Scuola di specializzazione

Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici


  • Sede: Udine

Direttore: Prof.ssa Giuseppina Perusini

Scuola di specializzazione in beni storico-artistici

La Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici, giunta ormai al suo ventesimo anno di attività, forma specialisti nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico, fornendo un titolo preferenziale per l’accesso alle soprintendenze stataliagli enti territorialialle istituzioni museali e alle gallerie d’arte. È composta da un consiglio di docenti del DIUM, distintosi per gli ottimi risultati raggiunti nella valutazione della ricerca scientifica anche nell'area della Storia dell'arte, ai quali si aggiungono esperti di istituzioni esterne.

Il percorso formativo è organizzato in ambiti che si riferiscono a diverse tipologie di studi e prevede l'approfondimento di discipline storico-artistiche relative all’intero arco della Storia dell’arte, dal medioevo al contemporaneo, con specifiche conoscenze delle tecniche artistiche e del restauro – nonché degli aspetti giuridici e gestionali inerenti i beni culturali. La didattica prevede la combinazione di attività in classe (lezioni frontali, seminari specialistici, esercitazioni) e al di fuori dei locali dell'Ateneo (ad esempio in occasione di visite a musei, siti d'arte, mostre e sopralluoghi). Sono inoltre a disposizione degli specializzandi servizi, spazi, attrezzature per la didattica e una sala studio, oltre che i laboratori di Fotografia, di Restauro dei manufatti storico-artistici e la Fototeca/LIDA. È anche previsto che gli specializzandi svolgano stage e tirocini presso Soprintendenze, Musei o analoghe istituzioni di particolare qualificazione pubbliche e private, italiane o straniere.

Gli specializzati saranno in grado di operare con funzioni di elevata responsabilità in vari ambiti, quali:

  • i competenti livelli amministrativi e tecnici del MiBACT;
  • strutture pubbliche preposte alla tutela, conservazione, restauro, gestione, valorizzazione, catalogazione, anche sotto il profilo del rischio, del patrimonio storico-artistico;
  • organismi privati come imprese, studi professionali specialistici operanti nel settore del patrimonio storico-artistico;
  • prestazione di servizi altamente qualificati e relativi all'analisi storica, alla conoscenza critica, alla catalogazione e alle tecniche diagnostiche relative al patrimonio storico-artistico;
  • la tutela, al conservazione, il restauro, la gestione e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico generalmente inteso, sia in Italia sia all'estero, anche in riferimento all'attività di organismi internazionali.