Università degli Studi di Udine

DIpartimento di Studi UManistici
e del patrimonio culturale

DIUM - Dipartimento di eccellenza 2018-2022 MIUR %} MENU

Laboratorio di Restauro dei manufatti storico-artistici

Laboratorio di Restauro dei manufatti storico-artistici

Laboratori

Laboratorio di Restauro dei manufatti storico-artistici


Referente scientifico: prof.ssa Giuseppina Perusini
Sede: Palazzo Caiselli, primo piano, stanza L1-06
Telefono: 0432 556624
Email: giuseppina.perusini@uniud.it
Orari di apertura: previo appuntamento. 

Laboratori

Laboratorio di Restauro dei manufatti storico-artistici


Referente scientifico: prof.ssa Giuseppina Perusini
Sede: Palazzo Caiselli, primo piano, stanza L1-06
Telefono: 0432 556624
Email: giuseppina.perusini@uniud.it
Orari di apertura: previo appuntamento. 

Laboratorio di Restauro dei manufatti storico-artistici
Il laboratorio

Nel laboratorio non vengono impartiti corsi di restauro, esso costituisce tuttavia un fondamentale sussidio didattico per i corsi di Storia delle tecniche artistiche e del restauro e Diagnostica e tecniche del restauro impartiti attualmente dalla Prof.ssa Giuseppina Perusini, rispettivamente per la laurea triennale e la laurea magistrale del corso di Conservazione dei beni culturali. Le attività che si svolgono in laboratorio permettono infatti agli studenti l’esame diretto dei materiali costitutivi dei manufatti artistici e dei loro processi di degrado.

A tal fine nel corso degli anni sono stati organizzati diversi seminari (soprattutto per i corsi della laurea magistrale) allo scopo di familiarizzare gli studenti con le tecniche esecutive ed i materiali artistici del passato e con i materiali impiegati per la conservazione e il restauro delle opere d’arte. Fra questi seminari, che si svolgono regolarmente da almeno 20 anni, vanno ricordati ad esempio quello tenuto dal dott. Alessandro Princivalle sulle indagini stratigrafiche (a.a. 1998- 1999), quello della restauratrice Monica Monreal sulla doratura (a.a. 1999- 2000); quello del restauratore Sabino Giovannoni (dell’OPD) sul consolidamento della pittura murale col metodo del bario (a.a. 2000-2001) ed in tempi più recenti quelli del pittore Giancarlo Venuto (già docente all’Accademia di Brera) sulla pittura a “buon fresco” (a.a. 2009-10), sull’incisione (a.a. 2012-13); sulla pittura ad encausto (a.a. 2013-14) e sulla pittura a tempera (a.a. 2015-16); quello della dott.ssa con Cecilia Zanin sulla diagnostica applicata alle opere d’arte (a.a. 2016-17) e quelli della restauratrice Orietta Felice sulla pulitura dei dipinti (a.a. 2011-12) e sul restauro della carta (a.a. 2011-12).

Elenco delle attrezzature disponibili

Attualmente il laboratorio dispone di vari strumenti e di una ricca campionatura di materiali pittorici (pigmenti, leganti, vernici etc.) e delle sostanze più frequentemente usate nel restauro (adesivi, protettivi, colori per ritocco etc.) che permettono di eseguire prove di restauro (su campioni didattici) e prove di ricostruzione di alcune tecniche (pittura a tempera, ad olio, Pressbrokat, pastiglia etc.).

Fra le attrezzature disponibili vi sono:

  • Un riflettografo I.R. portatile (NIR 1000 della Spectra )
  • Un microscopio ottico corredato di apparecchiatura fotografica (Axiolab Pol C. Z. della Zeiss)
  • Uno spettrofotometro FTIR con accessorio ATR (Spectrum TWO della Perkin Elmer)
  • Una lampada portatile a raggi U.V.
  • Una lampada a luce solare con stativo (6500 gradi Kelvin)
  • Un pinacoscopio 30 X
  • una macchina fotografica digitale DMC-FZ7 della Panasonic
  • una macchina fotografica digitale SONY cyber-shot DSC –H50 con la possibilità di effettuare riprese con i raggi IR.
  • videomicroscopio Dinolite “72355 FLUO”
  • Lampada UV 365 led per indagini in fluorescenza "RESKOLUX"
  • Un termocauterio
  • Un telaio interinale per foderatura
  • Una microsabbiatrice
  • Un fornello elettrico
  • Uno scaldacolla elettrico
  • Un ferro da stiro per dipinti

La strumentazione di cui dispone il laboratorio è inoltre a disposizione degli studenti che intendono laurearsi su tali argomenti.

Collaborazioni

  • Il laboratorio collabora abitualmente con altri Dipartimenti dell’Università di Udine (in passato soprattutto con quello di “Geologia e georisorse” ed ora soprattutto col Dipartimento Di4A (Laboratorio di Chimica organica, via delle scienze 99/b Udine). Costante e fondamentale è inoltre la collaborazione col dott. Andrea Gorassini, responsabile fra l’altro delle indagini effettuate con lo spettrofotometro IR che negli ultimi anni è stato spesso impiegato per le ricerche svolte da diversi docenti del Dipartimento DIUM.
  • Da anni è in corso la collaborazione con alcuni musei della Regione (come il Museo Revoltella di Trieste, il Museo Diocesano di Udine, il museo di Miramare a Trieste) che hanno spesso concesso/richiesto di analizzare opere appartenenti alle loro collezioni.
  • L’attività di ricerca del laboratorio è stata spesso supportata ed implementata dalla collaborazione con il CNR di Padova (dott.ssa Monica Favaro)
  • Esiste infine una convenzione fra il Dipartimento DIUM e la società “Elettra” di Trieste (referente il dott. Franco Zanini) finalizzata all'indagine dei materiali artistici.